ANALISI E RESOCONTO DEL LAVORO FATTO CON IL MIO 🐴 NEL 2018

01 Gennaio 2019

Prima di partire con argomenti tecnici vorrei concentrarmi sull’anno passato. Prima di pianificare il lavoro da fare in futuro è importante analizzare quello che si è fatto fino ad ora con la massima oggettività, senza idealizzare nulla. Mettiamo per iscritto alcune cose per renderci conto della realtà. Se non si fa questo si rischia di perdere il filo e di dimenticare dei passaggi importanti.

Il lavoro con i cavalli (l’addestramento o alle allenamento) è abbastanza organizzabile se se ne conoscono bene le basi e i concetti chiave. Il problema è che ogni cavallo è in realtà diverso e risponde quindi in modo diverso agli stimoli. È molto facile perdersi perché nonostante i concetti base sono pochi il percorso addestrativo dura anni. I risultati non sono mai immediati e quindi si possono perdere di vista i numerosi piccoli obiettivi che portano ai grandi risultati.

Torneremo sul discorso dell’organizzazione del lavoro più avanti, anzi sarà l’ARGOMENTO del 2019. L’obiettivo mio è quello di dare i migliori mezzi a più persone possibili per poter svolgere un discreto lavoro con il proprio cavallo o con i propri allievi. Sono felicissima che il libro “La scala di addestramento” sia amato da tutti quelli che finora lo hanno letto e che gli istruttori lo consiglino ai propri allievi. Mi riempie il cuore di gioia perché non è facile in questo mondo riuscire a far andare “d’accordo” la massa. Ci sono molti metodi diversi e opinioni contrastanti. Il fatto di creare unione e di fare un po’ di ordine in un mare di informazioni è un privilegio e l’entusiasmo generale mi fa venire voglia di fare ancora molto di più.

Torniamo a noi:

Di seguito alcuni punti che analizzerò io stessa pensando al lavoro svolto con i cavalli che monto. Mi piacerebbe se lo facesse anche qualcuno di voi e perché no se condividesse le proprie esperienze facendomele avere per mail o qui in privato. Mi fa sempre piacere avere notizie su come sta andando con i vostri 🐴.

Resoconto 2018 (carta e penna!!!):
- Quante volte a settimana sono riuscita ad andare a cavallo;
- Che tipo di lavoro facevo;
- Quali erano i miei obiettivi;
- Quali di questi sono stati raggiunti;
- Cos’è cambiato nell’arco dell’anno;
- Quali cose ho imparato;
- Quante delle cose apprese mi sono utili nella pratica;
- Dove mi trovo se penso alla scala di addestramento (quali punti ho toccato e in che misura...note positive e negative);
- Qual’è lo stato di salute del cavallo (ultimo vet check, maniscalco, denti, vaccini ecc);
- Io: analisi del mio assetto e di come uso gli aiuti
- Livello generale di soddisfazione da 1 a 10.

Direi che può bastare. Più l’analisi è dettagliata meglio sarà per la stesura del piano per il 2019. Ogni risultato per poter esistere ha bisogno di essere prima pensato e prima di pensare a quello che voglio devo capire dove mi trovo (sinceramente), quali sono i punti deboli e quali quelli forti.

 

Baci e abbracci 🤗

Daniela





Lascia un commento

I commenti dovranno essere approvati prima di essere resi visibili.