ERRORE ASSETTO #1

05 Aprile 2017

LO SPINGERE IN AVANTI ERRATO con
ASSETTO PESANTE e BUSTO TENUTO TROPPO INDIETRO

Una mancata comprensione dell'equitazione classica si ha quando il cavaliere monta il cavallo "da davanti indietro" invece che "da dietro in avanti". Il cavaliere è dunque impegnato continuamente a "manipolare" il cavallo, cercando di "impostare" l'incollatura di quest'ultimo per raggiungere una certa forma e posizione di testa/nuca/collo.
Basta osservare un campo prova qualsiasi di un concorso equestre per vedere quanto si "lavora" di mani per "far stare giù" e ferma l'incollatura.
Questa mano predominante fa si che la voglia di portarsi in avanti e la fluidità del movimento naturale del cavallo vengano disturbati.
Affinché il cavallo avanzi comunque quindi il cavaliere spinge contro con l'assetto.
In questi casi probabilmente a fatica perché il ritmo non è fluido e la schiena del cavallo è bloccata nel suo movimento.

Questo "assetto profondo da spinta" con il busto tirato indietro non porta a una migliore azione in avanti, ma provocano esattamente il contrario.
Il cavallo riceve troppa pressione (e troppo indietro) sulla schiena. Questa si irrigidisce, di conseguenza si muove meno elasticamente e il cavallo perde il desiderio di portarsi in avanti.

Altri fattori disturbanti per la propulsione possono essere un irrigidimento del busto (muscoli addominali e dorsali) cercando di spingere forzatamente il cavallo in avanti con il corpo.
Oppure l'eccessivo movimento del busto.
In questo caso manca la minima tensione necessaria di questi muscoli per la posizione ferma e allo stesso tempo in armonia con il movimento. Questo non porta altro che un effetto sbagliato e controproducente di peso (assetto) e gamba.
Ultimo, ma non meno importante l'uso eccessivo di gamba (o ancora peggio sperone - strumento obbligatorio nel dressage e che ogni cavaliere con un assetto corretto dovrebbe essere in grado di usare senza che questo diventi un arma).
La gamba insistente e usata troppo porta reazioni di rifiuto da parte del cavallo, che può perdere invece che acquisire motivazione.
Lo sperone usato troppo e in modo inadeguato porta a una completa desensibilizzazione con conseguente insensibilità agli aiuti.

POSSIBILI CAUSE:

- Errata comprensione del concetto di aiuti per far avanzare il cavallo!
- Mancante decontrazione del cavallo
(v. post su decontrazione)

CONSIGLI PER CORREZIONE:

- Venire seguiti in modo costante e competente dal proprio istruttore per migliorare l'assetto + formazione teorica approfondita del concetto di impiego degli aiuti corretto, funzionale e rispettoso nei confronti del cavallo;
- Frequente cambio di cavallo se possibile per avere spesso una nuova sensazione di assetto;
- Far montare il proprio cavallo da persone con più esperienza può essere utile per poi discutere insieme l'approccio più sensato per quel determinato cavallo in quella fase.
- Possibile impiegato di aiuti ausiliari temporanei quali frustino o speroni per sensibilizzare momentaneamente e in modo mirato il cavallo col fine di poter poi nuovamente usare in modo più fine e meno evidente gli aiuti.

"Gli aiuti dati non dovrebbero essere visibili dal di fuori" questo deve essere l'obbiettivo finale.

Può aiutare anche:

- migliorare la consapevolezza del proprio corpo con esercizi di controllo del proprio corpo a cavallo o da terra;
- migliorare in genere la propria preparazione atletica (resistenza, forza ed elasticità);
- migliorare equilibrio, senso del ritmo e del movimento;
- fare attenzione ad avere una sella adeguata a cavaliere e cavallo.

Buon lavoro a tutti 😊😘

#traininghorses_faults




Lascia un commento

I commenti dovranno essere approvati prima di essere resi visibili.