LE LINEE CURVE IN MOVIMENTO ESECUZIONE CORRETTA

04 Novembre 2018

(introduzione al capitolo VOLTE e CIRCOLI)

Riprendo questo articolo di qualche tempo fa perché all'epoca non so quanti abbiano avuto occasione di leggerlo. A volte mi rendo conto che molti di voi seguono da poco tempo la pagina e che c'è sempre qualcuno che potrebbe avere piacere a leggere i "vecchi" post.

Inoltre prendo ispirazione da questi per nuovi post, quindi andare a spolverare gli argomenti va sempre bene...

Non è possibile parlare di volte e circoli senza prima approfondire il discorso delle girate in movimento. Ogni cambio di direzione e soprattutto ogni ANGOLO necessita di particolari attenzioni.
Questo argomento apparentemente così banale in realtà costituisce la base per ogni figura in cui sarà necessario la flessibilità del costato e la volontà del cavallo di "piegarsi" in modo corretto anche nel lavoro su due piste.

Se è stato scelto il rettangolo, che quindi dispone di ben 4 angoli, esiste un motivo ben preciso.
L'angolo, dal momento che il cavallo non può piegarsi su se stesso di 90 gradi, è un quarto di cerchio (volta). Un tempo veniva richiesto un quarto di cerchio dal diametro di 3 passi (ca. 4,8 m). Oggi l'angolo deve essere eseguito in base al grado di addestramento del cavallo con diametro di 10-8-6 m.
Chi ha montato cavalli giovani sa bene che inizialmente anche la girata più ampia (il circolo di 20 m) risulta estremamente difficoltosa, poco armoniosa e determina una perdita di equilibrio e di ritmo.
Per arrivare all'esecuzione corretta degli angoli ci vuole tanto lavoro.
Molti cavalli allevati oggi sono così perfettamente in equilibrio, con un buon ritmo naturale, super espressivi e facili da montare che con poco sarebbe possibile portarli a fare le prime riprese e gare.......se non fosse per gli angoli. Qui non c'è storia. Solo un lungo lavoro meticoloso può portare alla perfezione. In pochi ritengono che valga la pena perdere tempo con queste sciocchezze così facili che "con il tempo vengono da se". Sbagliato!
Se qui non viene dato peso, mancherà la base per tutto il lavoro su due piste e saranno quei cavalli che "fanno bene tutto tranne le piroette". La piroetta è una volta eseguita su due piste e se il quarto di volta e poi la volta non sono state sufficientemente curate non potrà mai essere perfetta.

La prova è semplice (per capire livello di cavallo e cavaliere):

Chiedere di eseguire un quadrato di 10 metri in un angolo alle tre andature a sinistra e a destra (passo medio - trotto riunito - galoppo riunito). Si capirà subito quali passaggi non sono stati trattati sufficientemente.

Oppure mettetevi in un angolo sul lato corto durante una gara di dressage (o in C). Noterete subito che all'angolo viene data troppo poca importanza e che ci sono un'infinità di modi diversi di esecuzione di quest'ultimo.

Per non dilungarmi troppo 😅 nel prossimo post parlerò dell'assetto e della corretta esecuzione tecnica delle girate/angoli.

Alla fine se il cavallo seguirà esattamente la linea della girata con anteriori e posteriori, con una flessione adatta, se il ritmo, il contatto e il conseguente portamento vengono mantenuti correttamente e se il raggio è quello giusto, questo "esercizio" può essere di enorme importanza per "ginnasticare" il cavallo e per renderlo sensibile agli aiuti di gamba, assetto e mano. Un cavallo che risponde correttamente agli aiuti con massima flessibilità nel costato, in equilibrio.
La base per una buona riuscita in tutto.

Buon lavoro 😘 e "occhio agli angoli" 😉

Colgo l'occasione per dirvi (come forse avete già visto) che il libro ("LA SCALA DI ADDESTRAMENTO - La chiave dell'equitazione") è di nuovo disponibile in versione stampata 🎉 in moltissimi mi avete chiesto quando sarebbe di nuovo stato stampato. Be, ora è qui! Appena ho un secondo avviso tutti quanti anche personalmente come promesso!

Se vi è piaciuto condividete (non c'è bisogno di dirlo lo fate già in moltissimi ❤️).
Siamo anche su Instagram a proposito 😘 (acs_blogequestre).

A presto e buona serata a tutti!!!

Daniela

 





Lascia un commento

I commenti dovranno essere approvati prima di essere resi visibili.